Itinerario nella Roma “giovane”: tra capolavori d’avanguardia, spazi verdi e cibi dal mondo

17 Jan

Questa volta vi proponiamo un itinerario futuristico e molto affascinante tra i quartieri dell’ EUR, Tor Tre Teste e Flaminio.
Essendo questi i quartieri più recenti di Roma (risalgono infatti alla prima metà del ‘900) sono, erroneamente aggiungerei, considerati poco turistici e di minore rilevanza storica e artistica. In realtà, grazie alle imponenti architetture razionaliste e futuriste, i parchi urbani e l’ eterogeneità della comunità che vi abita, rappresentano il nuovo volto di Roma.

Una Roma giovane, inedita, dinamica, disordinata, fresca, multietnica e che guarda al futuro. Sembra quasi che la città eterna voglia liberarsi dal peso della sua storia millenaria, meravigliosa e fondamentale per la nostra cultura certo, ma anche ingombrante…a volte. È come se volesse reinventarsi, ringiovanire ed indossare una nuova veste, ma soprattutto affacciarsi al mondo. Prese dunque le distanze dai lussuosi palazzi barocchi, le maestose chiese medievali, i monumenti classici, le istituzioni politiche, qui ci troviamo circondati da grandi costruzioni d’ avanguardia firmati da architetti di fama mondiale. Ognuno di loro infatti ha contribuito alla nuova fisionomia della città progettando delle perle di arte contemporanea collocate in nuovi meravigliosi spazi.
Queste zone a ridosso del Tevere non sono più soltanto i quartieri giovani di Roma, quelli delle villette a schiera e palazzine, bensì costituiscono il nuovo centro cittadino dove le mostre, i concerti, i convegni, le performaces la fanno da padrone.
Anche per questo è assai difficile, forse impossibile, stancarsi di una città come Roma e di sicuro vale sempre la pena farci un salto. Fortunatamente è raggiungibile con voli low-cost da tutti gli aeroporti d’ Italia e non solo.

Una giornata tipo per questo itinerario potrebbe essere dunque una visita al MAXXI, il Museo Nazionale per le Arti del XXI secolo, nel quartiere Flaminio, la cui struttura, composta da un complesso in otto volumi longitudinali, intrecciati e piegati tra di loro che solcano un’area di 30 mila metri quadrati, lascia a bocca aperta intenditori e non. Fino ad Aprile, ospiterà l’ installazione Site Specific progettata dallo studio di architetti olandesi UNStudio. Davvero molto interessante. Per la pausa pranzo niente di meglio di un falafel kebab mangiato per strada o seduti in uno dei nuovi giardini urbani o, se si ha più tempo a disposizione, un assaggio delle delizie eritree nei pressi del MACRO in zona Testaccio. Da vedere assolutamente anche l’ Auditorium Parco della Musica, recente opera di Renzo Piano in zona Flaminio-Parioli e la inusuale Chiesa del Terzo Millennio in stile New York, in bianchissimo calcestruzzo e vetro, progettata dall’ americano Meier.

One Response to “Itinerario nella Roma “giovane”: tra capolavori d’avanguardia, spazi verdi e cibi dal mondo”

  1. Johnd531 September 6, 2014 at 11:54 am #

    An interesting dialogue is worth comment. I feel that you must write more on this topic, it won’t be a taboo subject but typically people are not sufficient to speak on such topics. To the next. Cheers eaedkgbeegea

Lascia un Commento

You must be logged in to post a comment.

..nmsdc.org.. Each has its allies in Congress. Only so far and no farther can the President in coordinating the two agencies, because the friends each unite deny funds the President employ staff for coordinating purposes. Under these conditions, the sense collective responsibility the feeling that ours a government rather than a fortuitous grouping departments does not make http://www.nmsdc.org/where-can-i-get-help-writing-an-essay/ itself strongly felt. Yet such a consciousness requisite for the this link development the most http://www.nmsdc.org/someone-to-write-my-research-paper/ effective coordination and integration administrative operations. Splintering Effects Legislative-Executive Relations. ..111..